Post Image

In occasione di Host 2017, La Marzocco ha presentato al pubblico un’esposizione di elaborati Kustom Kulture, realizzati dal custom painter Cisko. La storia della Kustom Kuture nasce negli Stati Uniti del dopoguerra, quando giovani artisti senza troppi mezzi ma con visionaria fantasia iniziano a customizzare auto poco costose, alleggerite da paraurti e altre parti non indispensabili trasformandole in creature performanti. Tutto viene fatto su misura per ottenere maggiore potenza nei motori e decorazioni molto appariscenti. Sono questi gli anni dell’olandese Von Ducth e di Ed “Big Daddy” Roth che utilizzano innovandola, la tecnica del pin striping (grafismi a linee sottili) unendola al flaming (fiamme che avvolgono l’intera carrozzeria) e siglando ogni elaborato con proprie firme, come l’occhio volante di Von Dutch o Rat Fink di Roth. Cisko, utilizza proprio l’occhio volante, per decorare la prima Strada Kustom per La Marzocco. In sintonia con la KK, La Marzocco punta a realizzare macchine sempre più performanti in termini di funzionalità e la customizzazione non ha solo un valore estetico ma si apre anche alla sperimentazione ingegneristica. Cisko ha saputo coniugare attraverso la custom painting questi valori condivisi portando la decorazione con aerografo e pennelli dal classico filetto verso elaborati grafici sempre più complessi. I riferimenti della cultura Kustom americana vengono così riletti e rielaborati in chiave artigianale italiana fondendosi appieno con il carattere e la performance dell’hand-made La Marzocco.

LaMarzocco_festa18 copiaLaMarzocco_festa4 copia

LaMarzocco_festa28 copia LaMarzocco_festa25 copia  LaMarzocco_festa24 copiaLaMarzocco_festa118 copia