Caffè Parisi a Nardò. Una storia lunga 100 anni.

aprile 30, 2020 in Italia

Oggi vogliamo raccontarvi la storia che ha condiviso con noi Antonio Previdero e che, in questi giorni chiusi in casa, ci ha permesso di viaggiare nello spazio e nel tempo. Ci ha portato a Nardò (LE), ma anche in giro per il mondo e ci ha fatto rivivere le suggestioni di un tempo antico, riportandoci per un attimo alla prima metà del Novecento.

Antonio è cresciuto a Nardò, nel 2015 ha rilevato lo storico bar della sua città e questa è la sua storia:

“Mi chiamo Antonio Previdero e ho 35 anni. La mia vita dietro il bancone del bar è iniziata a otto anni, nel Bar Gelateria Sebastian a Nardò(LE) di proprietà di alcuni amici di famiglia. I primi che hanno iniziato a formarmi sul caffè. Ero attratto da queste macchine, dal profumo inebriante del caffè, dal modo di lavorare – educato e pulito – del “barrista”. Allora ero troppo piccolo, ma qualche tempo dopo cominciai a lavorare dietro la macchina.

Una volta compiuti 18 anni avevo voglia di avere una macchina espresso tutta mia. Ancora non sapevo tutto quello che so oggi, ma volevo amarla come un figlio. Così per avere accesso al credito, mi arruolai nella Marina Militare. Il mio obiettivo era fare qualche missione per poter esaudire il mio sogno.

Iniziai a viaggiare oltre oceano, a vedere il mondo e a visitare i bar di tutte le località in cui ero di passaggio. In alcuni vedevo queste macchine da espresso con un leone, di cui però non conoscevo il significato.

Iniziai a studiare il caffè in tutte le sue forme, ma il mio sogno mi sembrava ancora lontanissimo. Un giorno un ufficiale toscano, parlando del più e del meno, mi insegnò a preparare un Punch alla Livornese e, durante una guardia notturna, entrambi lontani da casa da mesi, cominciammo a parlare. Io gli raccontavo del mio sogno di riaprire lo storico caffè della mia città e lui mi raccontava del Marzocco e della sua Toscana. Il giorno dopo digitai “Marzocco” su YouTube. Mi si è aperto un mondo…

Dopo tante lotte, nel 2015 ce la faccio: riapro lo storico caffè di Nardò, il Caffè Parisi”, testimone della vita e degli eventi della città per lungo tempo.

Ad aprire lo storico caffè fu Domenico “Mimmì” Parisi, poco prima del 1920. Parisi, gran viveur, lo gestiva insieme alla moglie Checca, una donna minuta dal gran cuore.

Nel 1937 Domenico ristrutturò, ingrandì e abbellì il piccolo bar, che poi intorno alla metà degli anni Quaranta passò in gestione al figlio Augusto. È con Augusto Parisi che il Caffè visse gli anni di massimo splendore, grazie al rinomatissimo caffè, al primo banco gelati della città e ai famosissimi spumoni.

Parentesi effimere e il fatto che Augusto Parisi non avesse né figli né successori diretti, hanno causato la chiusura dello storico caffè. Nel 2015, quando l’ho rilevato, ho pensato di ristrutturarlo mantenendo la storica struttura, e valorizzandolo con due Strada EP e una Linea Mini, con l’intento di accompagnare i visitatori tra i gusti e le fragranze del presente e i valori e le tecniche del passato. Il presente e il passato guardano così al futuro del Caffè Parisi.” 

Ad aprire lo storico caffé poco prima del 1920 fú Domenico “mimmí” Parisi gran “viveur” che lo gestiva insieme alla moglie Checca , una donna minuta ma dal gran cuore.

 Domenico nel 1937 ristrutturó ingrandí e abbellí il piccolo baretto che poi intorno alle metà degli anni 40 passo al figlio Augusto.

 E proprio con la gestione di Augusto Parisi che il Caffé visse gli anni di massimo splendore grazie al rinomato caffé, al primo banco gelati di tutta la cittá e hai famosissimi spumoni apprezzati da tre generazioni.

Delle parentesi effimere ,e il Fatto che Il signor Augusto Parisi non avesse avuto figli e successori diretti, hanno causato la chiusura dello storico caffè. Cosi pensai di ristrutturare il caffé esattamente com’era negli anni, valorizzandolo con due Marzocco strada ep, e una linea Mini per offrire un caffè nell intento di accompagnare il visitatore tra i gusti e le fragranze del presente e i valori e le tecniche del passato. Il presente e il passato guardano cosí insieme il futuro del caffé Parisi.”

Il Caffè Parisi torna ad aprire il 4 maggio, per l’occasione la Linea Mini fa bella mostra di sé all’ingresso, consentendo l’asporto di tutte le bevande a base di caffè. Noi auguriamo a Antonio e al suo staff un futuro splendente.

Resta connesso
Per novità, eventi ed offerte speciali, iscriviti alla nostra Newsletter.


© 2020 La Marzocco  •  Made by Needmore